Acido Acetico

L’acido acetico chiamato anche acido metil carbossilico o etanolco è una sostanza organica, acida e corrosiva nella sua forma pura.

L’aceto è normalmente usato per condire le insalate, ma può non essere noto per essere una soluzione di acido acetico.

Essendo il secondo acido del gruppo dei carbossilici ad avere un singolo protone di carbonio, adotta diverse forme nella sua dissoluzione con acqua, come anidride acetica, e come acetico glaciale quando congelato, perdendo il suo composto di carbonio.

L’origine di questo acido deriva dal processo di ossidazione dell’alcool, un prodotto della fermentazione che genera il suo contatto con l’ossigeno e alcuni batteri organici che hanno origine in questa trasformazione.

Attualmente è prodotto sinteticamente per carbonatazione del metanolo, ed è di grande interesse per la chimica organica, inorganica e biochimica nella creazione di reagenti.

Caratteristiche e proprietà dell’acido acetico.

Caratteristiche e proprietà dellacido acetico

Le caratteristiche fisiche e chimiche di questo acido sono:

  • È una soluzione incolore con un odore forte, penetrante e pungente.
  • Scioglibile in acqua, alcool, etere, glicerina, acetone, benzene e tetracloruro di carbonio.
  • Ha un peso molecolare di 60,05 g/mol.
  • In alta concentrazione è caustico e corrosivo soprattutto nei metalli e nei tessuti.
  • Ha proprietà antisettiche e disinfettanti.
  • Ottimo solvente per alcuni composti organici e inorganici come zolfo e fosforo.
  • Presenta una reazione violenta in combinazione con ossidanti e basi forti.

Lavorazione industriale dell’acido acetico.

Esistono diversi metodi per la produzione industriale di questo acido, ma le leggi internazionali impongono, nel caso dell’aceto per uso alimentare, che la sua origine deve essere biologica.

In queste condizioni, solo il 10% della produzione mondiale è acido acetico naturale, mentre il resto viene prodotto con processi di sintesi industriale.

Alcuni dei più noti processi industriali per ottenere l’acido acetico sono:

Carbonatazione del metanolo: è il metodo più utilizzato per ottenere l’acido acetico, ottenuto dalla reazione chimica tra metanolo e monossido di carbonio utilizzando lo iodometano come catalizzatore.

Nel corso degli anni diverse aziende chimiche hanno sviluppato questo processo cambiando l’elemento catalizzatore, tra cui Celanese, BASF e Mosanto, che utilizza come catalizzatori cobalto, rodio, rutenio e iridio.

Ossidazione dell’acetaldeide: è la seconda tecnica più utilizzata per ottenere l’acido acetico, prodotto dall’ossidazione del butano o dall’idratazione dell’etilene in combinazione con ioni metallici come manganese, cobalto e cromo.

Ossidazione dell’etilene: un processo che comporta la reazione dei composti di etano con l’acqua e un induttore attivo.

L’azienda giapponese Showa Denko ha lavorato su questo metodo di produzione dell’acido acetico utilizzando un catalizzatore al palladio.

Fermentazione ossidativa: è il processo naturale utilizzato industrialmente per ottenere la fermentazione dell’alcol attraverso l’ossigeno e i batteri acetobatteri.

La tecnica messa in atto dai tedeschi, consiste in un serbatoio pieno di alcool che agitato produce costantemente l’ossigeno necessario per la fermentazione, raggiungendo più velocemente l’acido acetico.

Fermentazione anaerobica: un meccanismo che utilizza batteri anaerobici che convertono il saccarosio in acido acetico da un composto di carbonio. La sua produzione è stata indirizzata a poche applicazioni a causa della bassa concentrazione di acido che getta.

Usi dell’acido acetico.

 Usi dellacido acetico

L’acido acetico, nella sua forma diluita tra il 3 e il 5%, il cosiddetto aceto, viene utilizzato per l’igiene personale e domestica:

  • Rivivere le verdure che hanno cominciato ad appassire.
  • Neutralizza nell’ambiente odori forti come il tabacco.
  • E’ un ottimo detergente per vetri, lenti e specchi.
  • Agisce come agente battericida soprattutto nella pulizia di parti di bagni e pavimenti, rimuovendo le macchie di muffa.
  • Hot viene utilizzato per rimuovere le tracce di colla su superfici piane.
  • Ha proprietà di ammorbidire i vestiti al momento del lavaggio.
  • Serve per alleviare alcune punture, arnie e scottature solari.
  • Aiuta a prevenire forfora, malattie seborroiche e funghi sul cuoio capelluto.

A livello industriale esiste anche una serie di servizi che vengono forniti all’acido acetico nella sua forma pura:

  • Materia prima nella produzione di cellophane, rayon e nylon.
  • Utilizzato nello sviluppo di fotografie in bianco e nero.
  • Il farmaco lo usa nelle colposcopie come rivelatore di infezione da papillomavirus umano.
  • In apicoltura si usa per tenere le falene della cera d’api lontano dai favi.
  • Serve come agente di estrazione di antibiotici nel settore sanitario.
  • Utilizzato per fissare i colori nei processi di tintura tessile.
  • Utilizzato nell’industria alimentare come agente acido e nella preparazione di esteri della frutta.
  • In istologia, le sue proprietà nelle soluzioni fissative per la conservazione dei tessuti sono ampiamente riconosciute.

Nel settore delle bevande alcoliche, l’acido acetico è un componente importante, essendo utilizzato nella produzione di vini e sidri.

Acido Acetico
4.8 (96%) 5 vote[s]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here