Acido Fosforoso

Come uno degli elementi utilizzati nel trattamento delle acque, l’acido fosforoso è il risultato della sintesi di altri composti del fosforo. Essendo un componente diprotico inorganico, perché ha la capacità di produrre due protoni, è anche uno dei tanti acidi ossigenati nel fosforo.

Conosciuto anche come acido ortofosforo, è la dissoluzione del fosfito di potassio con l’acido cloridrico precipitato negli alcoli, che quando decomposto dà origine ad esteri chiamati fosfiti.

Proprietà dell’acido fosforoso.

Proprietà degli acidi fosforosi

L’acido fosforoso è un componente forte e pungente sotto forma di cristalli triangolari, biancastri o giallastri con un aroma molto simile all’aglio. Caratterizzato da un’elevata solubilità in acqua, etanolo o alcool e altamente igroscopico, è anche molto sensibile all’aria, tanto che quando assorbe ossigeno forma spontaneamente fosfina, e quando viene riscaldato a 200°C, si decompone in acido fosforico.

Nelle sue reazioni, l’acido fosforoso non è un composto stabile, in quanto può generare quantità pericolose di calore in piccole aree, allo stesso modo, in presenza di umidità e metalli strutturali, come alluminio, ferro e persino cianuro metallico, rilascia gas idrogeno infiammabili, e spesso inizia la polimerizzazione in attrito con alcuni alcheni. Inoltre, ha una risposta gassosa tossica a contatto con ditiocarbammati, isocianati, mercaptani, nitruri, nitruri, nitrili, solfuri e altri agenti riducenti.

caratteristiche degli acidi fosforici

Secondo quanto sopra, l’esposizione permanente a questo elemento, senza rispettare le norme di sicurezza industriale, causa danni alla cornea o cecità permanente, produce arrossamenti o vesciche della pelle, irritazione del tratto gastrointestinale per inalazione, e colpisce anche i polmoni causando asfissia, perdita di coscienza o morte.

Usi dell’acido fosforoso.

Usi dellacido fosforoso

Una delle applicazioni più importanti dell’acido fosforoso è la produzione di fosfiti utilizzati nel trattamento delle acque, che sono anche molto efficaci come nutrienti per le piante e per controllare infezioni patogene come la fitoftera e il pitio, che causano la decomposizione delle radici.

Dal punto di vista chimico, questo composto viene utilizzato nelle analisi come agente riducente debole degli acidi finiacetici, catalizzando gli ioduri. Fa anche parte della gamma di elementi stabilizzanti nella produzione di materie plastiche o PVC, essendo un additivo nella produzione di cloruro di vinile. In questo modo, l’acido fosforoso è parte essenziale di alcuni prodotti utilizzati nelle case per la cura delle piante, negli uffici o in locali commerciali che necessitano di materiali plastici.

Acido Fosforoso
4.7 (93.33%) 3 votes

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here