Acido Ossalico

Essendo un composto organico molto potente, l’acido ossalico è una delle principali cause dei calcoli renali.

A causa del suo sapore amaro, l’acido ossalico deriva dal termine greco axys, che significa acido acido acido etanodioico. Si tratta quindi di un acido dicarbossilico alifatico, poiché la sua struttura è composta da due atomi di carbonio.

Si produce naturalmente come ossalato di potassio o calcio nelle radici e nei fusti di molte piante della famiglia degli ossidi, come l’acetosa, il rabarbaro, la barbabietola, l’igname, l’oca, gli spinaci. La sua composizione sintetica è stata scoperta dai chimici svedesi Tobern Bergman e Carl Wilhelm Scheele nel 1976, in seguito alla reazione del glucosio con l’acido nitrico. Così, per ossidazione dei carboidrati, si produce acido ossalico, che viene comunemente trasformato in sale di potassio.

Si ottiene anche industrialmente da due ossidazioni successive, utilizzando acido nitrico e ossigeno dell’aria, a contatto con un catalizzatore.

Proprietà dell’acido ossalico.

Questo ossalato organico si presenta in forma solida cristallina e incolore, essendo parzialmente solubile in acqua, etanolo e altri solventi. Una volta riscaldato si decompone rilasciando anidride carbonica, monossido di carbonio e acqua grazie alla sua sensibilità alla luce e all’aria.

In polvere è solubile in acqua e i suoi sali di ossalato non alcalini sono insolubili in acqua. Reagisce violentemente con forti agenti ossidanti, argento, composti d’argento ed esplode con clorite e ipoclorito di sodio.

Sebbene l’acido ossalico sia stabile in condizioni normali e non sia infiammabile, può decomporsi in un incendio. Si tratta di un acido molto velenoso facilmente assorbito dalle mucose e dalla pelle, causando gravi intossicazioni.

Usi di acido ossalico.

L’acido ossalico è generalmente utilizzato nelle seguenti aree:

Apicoltura.

Usi di acido ossalico

Utilizzato per il controllo della varroasi, una malattia causata dagli acari che attaccano le api da miele.

Costruzione e pulizia della casa.

Usi di acido ossalico. Casa

Destinato principalmente alla lucidatura di pavimenti in marmo e alla pulizia di parti sanitarie come lavandini e servizi igienici, rimuovendo le macchie di ruggine.

Conceria.

Usi di acido ossalico. Conceria

Durante il processo di sbiancamento e protezione delle pelli conciate, l’acido ossalico evita la putrefazione che tannini e cromo possono causare.

Usi di acido ossalico. Lavanderia

Distacca le macchie di ferro e altri metalli presenti sui capi di abbigliamento, neutralizzando inoltre l’alcalinità dei detergenti.

Usi di acido ossalico. Tessile

Applicato come componente fissativo nei bagni di tintura e nelle paste da stampa, oltre ad essere un catalizzatore per le resine utilizzate nei tessuti da stiro permanenti.

Metalmeccanica.

Usi di acido ossalico. Lavorazione dei metalli

Fa parte dei componenti dei bagni per la pulizia, il decapaggio e la fosfatazione delle superfici metalliche per la rimozione degli ossidi.

Diluito in acqua, è di grande utilità nella pulizia del legno deteriorato dal tempo, sporco e unto.

 

E’ presente nel vino sotto forma di ossalato di calcio, quando il prodotto viene imbottigliato.

Altri usi.

Viene utilizzato per sbiancare tessuti, cuoio, carta e legno, ma la sua presentazione in cristalli rimuove le macchie di muffa dai vestiti. Forma un pulitore di macchie di cloruro ferrico sulle incisioni stampate. Utilizzato come monomero per la preparazione di fibre o pellicole di plastica e polietilene, grazie alla sua buona resistenza al calore.

Le analisi gravimetriche utilizzano una soluzione diluita di acido ossalico per precipitare argento, oro, rame, mercurio, nichel, piombo. Conosciuto come sale amaro nei mezzi nautici, è ideale per la pulizia delle imbarcazioni, essendo un ingrediente dei prodotti protettivi del tartaro.

Acido ossalico negli alimenti.

L’acido ossalico è presente in alcuni alimenti che inibiscono l’assorbimento del calcio, diventando insolubile nell’intestino. Pertanto, per prevenire le carenze di calcio, l’assunzione di alimenti ricchi di ossalato dovrebbe essere ridotta, come: spinaci, barbabietola, cacao in polvere, cioccolato, pepe, germe di grano, noci, prezzemolo, noci, nocciole, nocciole, bacche, rabarbaro, fagioli, uva, patate dolci, lamponi, caffè in polvere e miele di mandorla.

Come si può vedere, gli alimenti con un più alto contenuto di acido ossalico sono di origine vegetale. Su questa base, il suo consumo significa la perdita fino a un terzo del calcio del fabbisogno organico. Quindi, maggiore è l’assunzione di cibi a base di acido ossalico, maggiore è la perdita di calcio nel corpo, considerando che il calcio è essenziale nel corpo per il sistema nervoso, ossa forti e denti sani.

Quando i livelli di acido ossalico sono troppo alti, si combinano con il calcio prodotto dall’organismo, formando calcoli renali. Così, i quattro tipi di calcoli renali esistenti sono costituiti per l’80% da ossalati di calcio. In contrasto con questo, l’ossalato può promuovere il rapido aumento dei globuli bianchi nel sistema sanguigno. Inoltre, se combinato con solfato di zinco e altri sali, è in grado di inibire la crescita dei batteri e-coli, presenti in acqua o alimenti contaminati.

Acido Ossalico
4.5 (90%) 2 vote[s]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here