Acido Salicilico

Attualmente, la dermatologia utilizza l’acido salicilico come medicina grazie alle sue qualità antimicrobiche e che riducono la cheratina.

Questo composto organico è un beta-idrossiacido, che agisce nei pori come esfoliante delle cellule ossidate che causano affezioni cutanee.

L’acido salicilico è anche usato come materia prima nel processo di produzione dell’aspirina.

Conosciuta come salice, perché deriva dalla corteccia del salice bianco, è stata usata fin dall’antichità da Greci, Assiri, Fenici e Indiani d’America, come analgesico, antipiretico e antinfiammatorio.

Di conseguenza, l’estratto ottenuto dalla corteccia di salice e utilizzato per scopi medicinali è chiamato salicina.

Dopo diverse indagini sulla salicina, nel 1838, il chimico italiano Rafaelle Piria, trovò l’acido salicilico.

Successivamente, nel 1860, la produzione industriale iniziò con la sostituzione elettrofilica dell’anidride carbonica e del fenossido di sodio.

L’uso attuale dell’acido salicilico in dermatologia è iniziato nel 1976, quando si è scoperto che questo composto ha agito favorevolmente sullo strato superficiale dell’epidermide.

Quali sono le proprietà dell’acido salicilico.

 proprietà dellacido salicilico

L’acido salicilico si manifesta solitamente allo stato solido sotto forma di cristalli biancastri o in polvere pelosa.

Nella sua presentazione sintetica è una soluzione leggermente colorata di giallo o rosa, con un leggero odore di mentolo.

Ha una massa molecolare di 138 g/mol, oltre ad essere altamente solubile in etanolo o etere, quando riscaldato emette gas fenoli e anidride carbonica.

Considerando l’ultima menzione, può causare irritazione respiratoria, arrossamento della pelle e danni agli occhi.

Le proprietà cheratolitiche e antimicrobiche dell’acido salicilico correggono la desquamazione epidermica, prevenendone la contaminazione da batteri o funghi.

Con qualità liposolubili, l’acido salicilico si mescola con il grasso stagnante nei follicoli e sulla superficie dermica.

Come risultato, migliora l’invecchiamento della pelle, agendo come un antinfiammatorio, regolatore di olio ed esfoliante delle cellule morte, che in ultima analisi, ottimizzano la respirazione e la salute dei pori.

Quali sono gli usi dell’acido salicilico?

L’acido salicilico è un ingrediente ampiamente usato nei farmaci da banco, e si trova in lozioni, creme detergenti e tonici.

Ma, allo stesso modo, la sua utilità comprende diversi trattamenti cosmetici o medici, che includono:

impieghi di acido salicilico

  • Nel peeling stimola il rinnovamento della pelle, eliminando le impurità e donando un colorito più giovane.
  • Per eliminare l’acne, penetra nel follicolo favorendo la desquamazione delle cellule morte, permettendo ai pori di mantenere la loro permeabilità.
  • Sbiadisce gli effetti di brufoli e brufoli, durante e dopo la loro comparsa sul viso o sul corpo.
  • Rimuove le verruche piatte, comuni e plantare, perché la sua azione cheratolitica produce descarnación e distruzione del tumore.
  • Diminuisce i calli, rilassando la struttura intracellulare che mantiene la cheratina attaccata al mais, producendo il suo ammorbidimento.
  • Come medicinale nel trattamento della cheratosi, si comporta come emolliente, con un effetto ammorbidente sulle lesioni.
  • Durante la terapia antiforfora, scioglie e ammorbidisce la pelle squamosa che produce dermatite seborroica, rendendone più facile la rimozione.
  • E ‘utilizzato nella guarigione psoriasi come un supplemento ad altri farmaci topici per attaccare queste lesioni.
  • Utilizzato come collutorio, ha proprietà antisettiche intrinseche che prevengono malattie gengivali e infiammazioni.

Oltre agli usi dermatologici e cosmetici, l’acido salicilico viene applicato nell’ottenimento chimico dell’acido acetilsalicilico, noto per le sue proprietà antipiretiche e analgesiche per abbassare la febbre, rimuovere il mal di testa o altri sintomi dolorosi.

Sebbene sia tossico in grandi quantità, è destinato industrialmente alla conservazione degli alimenti, alla produzione di coloranti e come sbiancante dentale nei dentifrici.

Alimenti contenenti acido salicilico.

Secondo studi scientifici, l’acido salicilico aiuta a ridurre il rischio di malattie come il cancro, allo stesso modo, una dieta ricca di questo composto organico fornisce benefici cardiovascolari.

Secondo questo criterio, alcuni alimenti sono un’importante fonte di acido salicilico, vediamo cosa sono:

 Alimenti contenenti acido salicilico. Pomodoro

Pomodori.

Questo ortaggio rossastro di qualità pregiate, se coltivato biologicamente possiede una grande quantità di questo acido.

Si distingue per essere un rimedio naturale che chiude i pori, protegge dai radicali liberi aiutando a combattere l’acne.

More e lamponi.

Alimenti contenenti acido salicilico. more

Chiamate more, questi frutti sono ricchi del contenuto di questo composto, oltre a fornire ferro, potassio, calcio, potassio, entrambi forniscono benefici che aiutano a mantenere la pelle soda e lucida, e anche a contrastare alcuni tipi di herpes.

I cibi contenenti acido salicilico.

E’ un altro frutto che si distingue per la concentrazione di acido salicilico, soprattutto nell’uvetta piuttosto che in quelle fresche.

Questo perché nel processo di fermentazione e macinazione della polpa aumenta la quantità di acido.

Alimenti alimentari contenenti acido salicilico. fragole

Chiamata aspirina rossa, è una fragola con grandi proprietà antiossidanti cellulari grazie alla sua elevata presenza di questo composto.

Altri getti di acido salicilico di elevata purezza includono mandorle, castagne, paprika, senape, spinaci e spezie come origano, timo, curcuma.