Acido Urico

Durante il metabolismo il nostro corpo produce sostanze residue come l’acido urico, che semplificano lo smaltimento dei rifiuti.

L’acido urico ha l’aspetto di scaglie cristalline, ed è composto da carbonio, azoto, idrogeno, ossigeno.

E’ il residuo della decomposizione delle purine contenute principalmente in alimenti come carne, frutti di mare e alcool, attraverso un’azione enzimatica.

Infine, la maggior parte dell’acido viene lavorato nel fegato e diluito nel sangue, poi diretto ai reni, dove viene espulso sotto forma di urina, e il resto attraverso la pelle, i polmoni e l’intestino.

Tutto questo accade naturalmente, ma quando il corpo fa troppo acido urico, iniziano i problemi di salute.

Eccesso di acido urico.

Acido urico in eccesso

Un terzo dell’acido urico nel corpo proviene dal cibo e il resto dal metabolismo interno.

Un adulto genera circa 500 mg di acido urico al giorno, di cui 400 mg vengono escreti.

Per rilevare i livelli di acido urico, viene eseguito un esame del sangue di laboratorio, con valori normali compresi tra 3,5 e 7,0 mg/dl.

Quando si rileva un alto livello di acido urico nel sangue, si parla di iperuricemia, che provoca un accumulo di cristalli di acido nelle articolazioni, con conseguente infiammazione delle articolazioni.

Questa condizione è causata da alti livelli di purina o come risultato di un’altra malattia, tra i fattori sono:

  • Eccessiva assunzione di alimenti ricchi di purina che aumentano la produzione di acido urico e creano carenze nella sua eliminazione, come carni rosse, salsicce, pesce, crostacei, legumi, lenticchie, ceci, asparagi, ecc.
  • Il sovrappeso e l’obesità aumentano il rischio di iperuricemia.
  • Eccessivo consumo di bevande alcoliche e gassate.
  • Problemi di funzionalità renale che impediscono la corretta rimozione dell’acido urico.
  • La morte delle cellule causata dalla chemioterapia.
  • Malfunzionamento del metabolismo, essendo molto comune nei diabetici.
  • Uso frequente di farmaci come diuretici e aspirina.

Cause di acido urico in eccesso

Nonostante quanto sopra e secondo recenti ricerche, un alto livello di acido urico riduce lo sviluppo di malattie come l’ictus e il Parkinson negli uomini.

Inoltre, per il suo ruolo di agente antiossidante cellulare, apporta benefici anche alle persone con malattie cardiovascolari.

Il colore giallo chiaro dell’urina è essenziale per sapere se si ha un buon livello di acidità.

Malattie causate dall’eccesso di acido urico.

Malattie causate da eccesso di acido urico

L’abbondanza di acido urico nel sangue umano può portare alle seguenti malattie:

La gotta è una forma di artrite che causa infiammazione, dolore, arrossamento e rigidità delle articolazioni.

Di solito si verifica in punta grande, ma colpisce caviglie, tacchi, ginocchia, ginocchia, polsi e gomiti.

Il dolore è intenso e non supporta nemmeno lo sfregamento di un lenzuolo, dovuto all’accumulo di cristalli di urato nelle articolazioni.

La condizione si verifica a tappe, l’ultima cosiddetta gotta cronica che provoca attacchi ripetuti e continui.

Una dieta povera di purina è necessaria per diminuire il disturbo.

I calcoli renali di tipo urico – si verifica quando l’acido si cristallizza nel rene formando calcoli renali. Si verifica quando la quantità di acido nel corpo è maggiore di quello che è pronto per essere espulso dalle urine.

Genera dolori acuti nell’area renale, e nella sua fase avanzata provoca coliche nefritiche.

Insufficienza renale: si sviluppa quando i cristalli di urato si attaccano alle cellule epiteliali renali, producendo un’infiammazione acuta ed eventualmente danni ai reni, che compromette la loro risposta autoregolante.

Altre malattie includono la nefropatia cronica o acuta causata da trattamenti chemioterapici, preeclampsia e sindrome metabolica.

Come ridurre l’acido urico.

In breve, il corpo produce acido urico come una degradazione delle purine, fondamentalmente in base a ciò che consumiamo.

Come ridurre lacido urico

In questo senso, il raggiungimento di livelli ottimali di questo acido nell’organismo dipende dalle seguenti raccomandazioni:

  • Evitare l’elevato consumo di carni rosse e sostituirle con carne di manzo, tacchino, pollo o pesce come ceviche, merluzzo e salmone.
  • Fate a meno del consumo di prodotti a base di lievito come i dolci da forno o di fruttosio come i biscotti confezionati.
  • Sostituire i brodi di carne con brodi di verdure, erbe e spezie.
  • I latticini e le uova sono una buona alternativa alle proteine e al ferro.
  • Mangiare di più cereali integrali, frutta e verdure a bassa porpora come broccoli, carote, melanzane, zucche, sedano e patate.
  • Omettere il consumo di alcol in tutte le sue forme e di bevande gassate come le bibite analcoliche.
  • La colazione deve essere fatta in un momento specifico con una dieta ricca di cereali come avena, orzo, semi di lino per aiutare a migliorare le funzioni intestinali.
  • Il consumo di agrumi ad alto contenuto di vitamina C come l’arancia o il limone facilita l’eliminazione di questo acido.
  • Si consiglia di bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno.
Acido Urico
4.7 (93.33%) 3 votes

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here